INTERVISTE SCRITTE

Intervista ad ACQUE D’ITALIA – Norda, Sangemini, Gaudianello

Norda, Guadianello e Sangemini partecipano ad ICE 2016 come Gruppo Acque D’Italia. Quale opportunità rappresenta per voi questo evento?

La partecipazione a ICE 2016 è stata un’opportunità importante per il Gruppo Norda, in particolare per presentare la nascita ufficiale di “Acque minerali d’Italia”. La Holding che controlla il Gruppo e le tre società (Norda, Sangemini e Gaudianello) ha infatti recentemente cambiato nome diventando a tutti gli effetti “Acque Minerali d’Italia SpA”, con l’intento di consolidare e accrescere sempre più la sua identità nazionale in un mercato molto frammentato e competitivo come quello delle acque minerali. Il focus di marketing è presidiare ancora più capillarmente il territorio nazionale ed offrire al mercato nuovi vantaggi competitivi sulla base appunto delle sinergie operative all’interno del Gruppo. Tutto questo alla luce delle positive evoluzioni che ci hanno posto come il più dinamico Gruppo in Italia nel settore delle acque minerali. 

Un’ulteriore dimostrazione è la recente acquisizione dello stabilimento lucano di acque minerali di Monticchio Bagni, che porta in dote i marchi Toka, Solaria e Felicia. Con questa acquisizione il Gruppo Norda dispone ora di ben 8 stabilimenti sul territorio nazionale (4 al Nord, 2 al Centro e 2 al Sud) e rafforza ulteriormente la sua presenza in Basilicata e al Sud confermandosi azienda primaria nel mercato delle acque minerali. Le sorgenti a disposizione diventano 26 e le linee di produzione per l’imbottigliamento, in Vetro e Pet, toccano quota 27. 

L’identità di “Acque minerali d’Italia” quindi calza a pennello, anche e soprattutto nel canale ho.re.ca, dove il Gruppo è seconda realtà nazionale in senso assoluto. Primo sicuramente per gamma di etichette, raccolte in una “carta delle acque” che non ha paragoni.  Da ricordare poi che il Gruppo non si occupa solo di acque, ma è un riferimento anche per quanto riguarda altri tipi di bevande, gassate e non. Particolarmente significativo l’impegno nelle bevande piatte , grazie ad un impianto in asettico all’avanguardia installato presso lo stabilimento storico del Gruppo a Primaluna (Lecco).

Tra queste spiccano il tè freddo Twinings, l’integratore idrosalino MGK-Vis e le tisane pronte Pompadour.

Il mercato dell’acqua può subire le influenze della regionalità delle sorgenti, anche se Acque D’Italia unisce tre acque che hanno una diversa collocazione geografica. Come è stato il vostro 2015 e come sta andando il primo semestre del 2016?

La strategia del Gruppo Norda comprende una gamma di prodotti sempre più ampia ed efficace, dove anche l’aspetto kilometro zero è destinato a crescere ulteriormente d’importanza. Ci eravamo ripromessi nel 2015 di superare l’ambizioso traguardo del miliardo di litri d’acqua venduti: non solo abbiamo colto il risultato, ma siamo andati oltre, raggiungendo complessivamente 1miliardo e 150 milioni litri, con uno sviluppo del +16%. I nostri brand sono tutti caratterizzati dal segno più: ad esempio il marchio Norda ha fatto segnare una significativa crescita nell’horeca con un +14% in volume. Una buona stagione estiva 2015 non basta, da sola, a permettere di cogliere risultati tanto positivi: la solida crescita del Gruppo appare strutturale sia attraverso uno sviluppo per linee interne (innovazione, lancio di nuovi prodotti, ammodernamento impianti e nuove linee di imbottigliamento) che esterne, le acquisizioni appunto.

Da evidenziare poi come stia proseguendo il costante e progressivo rilancio del brand Sangemini, marchio storico presente sul mercato dal 1889. Nello scorso anno le acque del Gruppo Sangemini (Sangemini, Fabia, Grazia, Aura, Amerino) sono cresciute complessivamente di oltre il 70% a volume. Anche il sito produttivo di Monticchio (PZ) in Basilicata, nel quale sono imbottigliate le acque Gaudianello (effervescente naturale) e Leggera (oligominerale), ha avuto una crescita rispetto al 2014 del +4%, superando i 330 milioni di litri. 

Per quanto riguarda i primi mesi del 2016, i dati di cui disponiamo ci indicano che il trend positivo sta proseguendo.

Acqua Grazia e acqua Fabia sono le acque ufficiali del Giubileo. Cosa significa per voi questa esclusiva?

Per il 2016 sicuramente centrale nelle strategie del nostro Gruppo è il fatto di essere “Acqua ufficiale del Giubileo”. Il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione ci ha riconosciuto il diritto di utilizzare in via esclusiva la qualifica di Acqua Ufficiale del Giubileo allo scopo di sostenere molte delle iniziative previste per tutta la durata del Giubileo della Misericordia nell’Anno Santo Straordinario che proseguirà fino al mese di dicembre. L’ufficialità di questo prestigioso riconoscimento è testimoniata ed evidenziata con la presenza  dell’apposito logo del Giubileo su tutte le confezioni (etichette e fardelli) dei prodotti coinvolti e sul materiale di comunicazione. Considerando la territorialità dell’evento, che coinvolgerà in particolare la Città di Roma il Gruppo Norda ha deciso di coinvolgere in questa operazione le acque FABIA e GRAZIA, facenti parte della  Sangemini Acque (Terni). Si tratta quindi di acque molto vicine territorialmente a Roma e facilmente accessibili sempre in una logica di prodotto a kilometro zero. L’Anno Santo straordinario rappresenta un evento di grande rilevanza. Il Gruppo Norda è felice e orgoglioso sia di poter contribuire in modo concreto a sostenere il programma di accoglienza, sia di mettere a disposizione dei pellegrini le proprie capacità produttive e distributive e la qualità delle sue acque. 

Stiamo comunicando il prestigioso riconoscimento con un’importante campagna rivolta al consumatore finale massicciamente pianificata sia su media nazionali che con strategia plurimezzi (dinamica, affissioni. Etc.) nell’area di Roma.

Ci sono delle novità che interessano il gruppo Acque d’Italia per questo 2016?

Recentemente abbiamo inserito in gamma una nuova bottiglia Premium in vetro a rendere da 75cl dedicata all’alta ristorazione: Norda “Luxury”. Creando questa nuova bottiglia Norda ha pensato ai professionisti della ristorazione più esigenti ed ai consumatori sempre più attenti alla qualità dell’acqua che viene servita in tavola. La nuova bottiglia “Luxury”, in vetro a rendere da 75 cl, è caratterizzata infatti da scelte che la si collocano ai vertici del settore per estetica e funzionalità, originalità e prestigio. Luxury  ha un design elegante e moderno, con una “shape” che richiama le più prestigiose bottiglie di vino. Spiccano i colori intensi e vivaci delle etichette, facilmente identificabili e assolutamente trendy: verde smeraldo per l’acqua “Ferma” (naturale), e  color ciclamino per l’acqua “Mossa”(frizzante). Luxury è infatti dotata, in corrispondenza  dei punti di maggior contatto e sfregamento durante l’imbottigliamento, di un “doppio anello” salva usura (posto sopra e sotto all’etichetta), con lo scopo di ridurre al minimo lo stress strutturale prevenendone così le possibili abrasioni esterne. 

Questo stesso sistema di protezione è stato recentemente adottato anche per la bottiglia Elegance, una riferimento assoluto nella carta delle acque del Gruppo. La nuova bottiglia Elegance di Norda mantiene l’inconfondibile forma pulita ed elegante che l’ha resa famosa, aggiungendo lo speciale anello zigrinato antiabrasione. 

Ulteriore, importante novità, la bottiglia Prestige 75 cl di Gaudianello, sempre dedicata in esclusiva al mondo della ristorazione di qualità, caratterizzata ora da un packaging innovativo, funzionale e dotata anch’essa di anello salvabrasioni.  Particolarmente ricercate le etichette, con una grafica finalizzata ad unire eleganza estetica a contenuti caratterizzanti di comunicazione. 

Fra i più recenti investimenti tecnologici attuati dal Gruppo per ottimizzare sempre più offerta e servizio ai propri clienti, da ricordare lo sviluppo dello stabilimento Norda di Tarsogno sull’Appennino Parmense: qui Norda imbottiglia quattro acque tutte con caratteristiche di estrema leggerezza (basso residuo fisso) e sempre qui ha installato una nuova linea per bottiglie in Pet. L’Acqua della sorgente Ducale, che si rivolge da un punto di vista distributivo soprattutto in un’area geografica che spazia fra Emilia, Liguria, Toscana e Lombardia, affianca quindi al vetro a rendere anche la comodità del Pet. L’assortimento è quindi ancora più completo e permette di razionalizzare ordini e consegne. Tutti gli stabilimenti del Gruppo Norda sono ora dotati di moderne tecnologie di imbottigliamento in Pet. Da ricordare infine che appositamente per il canale horeca, nella gamma Ducale sono disponibili le bottiglie in vetro “Liberty” nei formati 50cl, 75cl e 100cl. 

Entro la stagione sarà presentata al mercato anche una linea Horeca “Premium” in Pet in formato da 1L e 0,5 L.

Intervista ad AMARO LUCANO

ICE è l’appuntamento annuale di Intesa dedicato al canale Ho.Re.Ca. e ai suoi attori: industrie, aziende di distribuzione e forza vendita. Amaro Lucano partecipa all’evento per la prima volta. Quali opportunità offrono queste due giornate?

La manifestazione ICE è una bella opportunità per l’industria di marca per presentare in modo approfondito il proprio portafoglio prodotti e condividere progetti al di fuori dei canonici ambienti di lavoro, confrontandosi direttamente con la proprietà e la forza vendite dei gruppi di acquisto.

Amaro Lucano ama e sostiene l’Italia. L’acquisizione di Limoncetta testimonia quanto sia importante per voi che i sapori italiani rimangano in Italia come base per un progetto internazionale. Quali sono i mercati su cui siete già presenti? Quali progetti per il futuro?

Siamo presenti in molti mercati esteri raggiungendo tutti i 5 continenti. 

Tra i Paesi più importanti ci sono sicuramente USA e Canada, in Europa la Germania e il Regno Unito con particolare focus su Londra, e nel Far East la Cina con particolare focus su Shanghai.

Il progetto per il futuro è quello di proseguire la crescita all’estero e di continuare a presidiare al meglio i molti mercati in cui già siamo presenti.

La qualità del prodotto rimane il vostro obiettivo principale. Ad Amaro Lucano avete completato il vostro portfolio con linee di prodotti selezionati: linea super ho.re.ca. e selezione 7 stelle per la ristorazione. Quale contributo può apportare l’azienda di distribuzione nella direzione della qualità e della specialità dei prodotti?

Abbiamo sentito il bisogno di creare una selezione di prodotti dedicata alla clientela professionale per differenziare e segmentare al meglio l’offerta, prestando un’attenzione particolare a ristoranti, cocktail bar ed enoteche. 
All’interno della Selezione 7 Stelle spicca Amaro Lucano Anniversario che prevede una base botanica simile all’Amaro Lucano classico, ma con una maggiore gradazione alcolica. Se ne esaltano quindi maggiormente le note erbacee amaricanti degli assenzi, del cardo santo e della genziana che lo rendono il perfetto ingrediente da utilizzare come base all’interno dei cocktail. 
La linea Anniversario è completata dal Limoncello, prodotto mediante infusione alcolica di scorze di Limone di Sorrento I.G.P., dalla Sambuca e dal Cordial Caffè.
Nella Selezione 7 Stelle rientra anche la linea F.lli Vena con tre prodotti legati alla tradizione liquoristica italiana e fedeli alle tradizioni regionali, ottenuti dalle migliori materie prime: Mirto, Nocino e Liquirizia.
L’azienda di distribuzione ha un ruolo fondamentale nella direzione della qualità e della specialità dei prodotti. Garantendo una capillare copertura del territorio, fa da ponte tra Lucano e il cliente finale, facendosi da un lato ambasciatore delle nostre referenze e dall’altro portavoce delle diverse esigenze dei clienti. Ciò la rende un partner indispensabile  per lo sviluppo dei mercati.

Amaro Lucano è un prodotto tradizionale che si apre alla modernità attraverso la mixology con una serie di ricette dedicate a voi e al vostro prodotto di punta. Cosa ha significato per voi questo allineamento con le nuove tendenze del mercato?

L’amaro, come categoria di prodotto, ben si presta alla mixologia. In Italia, per tradizione, è associato al momento del dopopasto e alle proprietà digestive, ma per le proprie caratteristiche è ottimo anche come aperitivo o come base per i cocktail.
Lucano è stato precursore da questo punto di vista, iniziando anni fa a lavorare sulla miscelazione, prima all’estero e poi in Italia. In collaborazione con Bartender.it, piattaforma di approfondimento professionale e luogo d’incontro,  guidata da Luca Pirola, ha sviluppato una solida drink strategy volta  a diffondere l’utilizzo dell’amaro come base per i cocktail. Una vera mix culture che, in occasione dell’anniversario dei 120 anni di Lucano, ha visto sfidarsi, a colpi di “ricette” originali, veri big mondiali del bartending come Simone Caporale, Dario Comini e Agostino Perrone. I loro cocktail, creati appositamente per Amaro Lucano Anniversario, sono riuniti nel “ricettario” Amaro Mix Culture edito dall’Azienda.

Intervista a MOLINARI

La partecipazione di Molinari ad ICE 2016 rappresenta una scelta particolare: Molinari è un marchio tutto italiano che identifica un prodotto, la sambuca. Qual è il ruolo del distributore per un’azienda come la vostra il cui prodotto di punta, in realtà, si presenta da solo ed ha già un mercato ben definito?

Molinari è da sempre sinonimo di Sambuca, ma in realtà è anche Molinari al caffè, Limoncello di Capri, Vov, Ceschia e molto altro. ICE rappresenta una vetrina importante per tutti i nostri prodotti, per quanto riguarda sambuca Molinari abbiamo approfittato dell’evento per presentare nuovi cocktail.

Molinari ha anticipato i tempi per quanto concerne il consumo moderato e responsabile di alcolici: “bere troppo fa male, bere male fa peggio, bevi poco ma bevi, bevi Molinari”. In che modo è possibile mettere in piedi una politica aziendale equilibrata tra la necessità di aumentare i volumi e quella di limitare gli eccessi nel consumo di alcolici?

L’adagio pronunciato da Walter Chiari è rimasto memorabile. Questo messaggio, estremamente importante per noi, qualche anno fa è stato ripreso ed attualizzato dando vita a “Se bevi troppo non vedi chiaro”, una campagna sociale dedicata soprattutto ai più giovani attraverso la quale abbiamo voluto sottolineare l’importanza di degustare gli alcolici con moderazione e lentezza, senza eccedere nelle quantità, così da apprezzarne meglio il gusto e gli aromi.

Molinari è un’azienda attenta alla comunicazione e all’immagine: non solo pubblicità ma anche cura del dettaglio per la riconoscibilità delle vostre bottiglie. Ci saranno novità nei prossimi mesi?

Per quanto riguarda la comunicazione è già on air il nuovo tutorial della campagna “Special Trainer”, il cui protagonista è sempre José Mourinho, anche per il 2016 ambasciatore del brand e dei suoi valori. In questo nuovo episodio il trainer portoghese si rivolge a tutti quelli che, in modo più o meno consapevole, hanno modificato il proprio linguaggio, certamente influenzati da una tecnologia che da un lato semplifica la vita e dall’altro inevitabilmente allontana da una sana normalità. Ma José Mourinho ha un sistema infallibile per far recuperare uno stile di vita più semplice e ce lo racconta con la sua consueta e graffiante ironia.

“Chi dice sambuca dice Molinari” e non solo…Parliamo degli altri prodotti nel portafoglio Molinari.

All’interno della nostra gamma diversi prodotti, tutti caratterizzati da forte tradizione, unicità e distinitività. 

Limoncello di Capri, il limoncello più bevuto nei bar e ristoranti italiani, 100% naturale, senza coloranti né conservanti, fatto con le sole bucce dell’ovale di Sorrento I.G.P. e con il controllo integrale di tutta la filiera produttiva.

Tutto ciò sarà a breve visibile da vicino presso il nuovo stabilimento produttivo “La fabbrica Trasparente” a Meta di Sorrento, che verrà inaugurato nei prossimi giorni.

Il Gin MG, prodotto con sistema London dry, dalle elevate caratteristiche qualitative, bilanciato ed omogeneo è ottenuto grazie a dei particolari alambicchi costruiti su disegni originali del 1942. 

La Vodka Tovaritch!, prodotta in Russia, è la vodka più premiata al mondo con le sue 80 medaglie. Ottenuta esclusivamente da cereali “Luxe”, senza glutine, viene distillata 5 volte. 

L’assenzio Xenta Absenta, il liquore maledetto degli artisti parigini dell’epoca bohèmienne, con la sua ritualità di consumo è tornato ad affascinare i giovani di oggi. Ottenuto dall’infusione di foglie di Artemisia Absinthium e miscelato con anice stellato e coriandolo, è l’ingrediente ideale per originali cocktail.

Nel 2012 abbiamo acquisito lo storico Marchio VOV, prodotto ancora con la ricetta originale, senza l’aggiunta di coloranti né conservanti e poi Ceschia, antica distilleria friulana che nasce nel 1886. Oltre alle grappe tipiche nell’originale bottiglie impagliata, la linea Nemas in versione classica e barricata, dal gusto raffinato e dalla grande personalità. 

Infine l’Elisir Gambrinus che Molinari distribuisce dal 2013. Un prodotto unico al mondo che vanta 165 anni di storia, un vino liquoroso dal color rosso rubino ottenuto da materie prime naturali come il vino Raboso di Piave.

In cosa consiste la vostra collaborazione con il programma Bartendency di Fox?

Bartendency è un tour attraverso il nostro Paese alla scoperta dei locali più esclusivi e dei cocktail più originali con un’unica missione: trovare il miglior bartender d’Italia, in palio il titolo di Molinari Ambassador 2016.
A giudicare i concorrenti, scelti attraverso un casting online, sono la conduttrice radio LaMario e il bartender Alessandro Procoli che valutano stile, tecnica di miscelazione e originalità dei cocktail proposti. 
Due bartender per città, una città per episodio. Da Palermo a Torino, passando per Napoli, Bologna e Milano vedremo i 10 concorrenti sfidarsi a colpi di shaker per avere l’opportunità di partecipare alla finale che si terrà a Roma.
Bartendency non è solo una gara: è l’occasione per scoprire i segreti di una professione affascinante e in continua evoluzione. Attraverso le storie dei concorrenti, affronteremo un viaggio tra i ritmi e le sfide quotidiane di ogni bartender, alla scoperta dei quartieri più frequentati dalla “movida” delle diverse città e dei segreti dei cocktail più originali e innovativi e scopriremo gli infiniti utilizzi di Sambuca Molinari in miscelazione.